Articoli

Lotta alle fake news: su Facebook arriva News Tab

Sembra deciso: Facebook ha scelto di combattere l’annoso problema delle fake news.

Da sempre il social blu si è dichiarato imparziale per quanto riguarda la diffusione di notizie e il suo fondatore, Mark Zuckerberg, ha più volte scelto di non rientrare sotto l’etichetta di media company onde evitare il sovraccarico di responsabilità. Ma i tempi sono duri e scegliere la strada del “lavarsene le mani” può diventare una strategia controproducente.

Per questo approderà entro il 2020 su Facebook News Tab, funzione gestita da giornalisti veri e propri che avranno il compito di selezionare le news e riportarle all’interno della piattaforma. Grande attenzione verrà riservata alle fonti, penalizzando quelle anonime e valorizzando invece quelle confermate da altre testate. Verranno sfavoriti articoli troppo provocatori, estremi e reazionari e ai giornalisti operanti verrà riconosciuta totale libertà nel selezionare eventuali articoli da conflict of interest verso i social.

L’unico risvolto negativo della faccenda sarebbe dovuto al fatto che la compagnia non prenderà in esame tutte le testate giornalistiche, bensì solo quelle con le quali ha stipulato un contratto (al momento Wall Street Journal, Abc News, Cbs News, National Geographic, Bbc, Huffington Post e The Hill). 

Aspettiamo insomma l’anno nuovo per capire come reagirà il popolo social al neo risvolto informativo che prenderà Facebook e intanto noi di JustoMezzo lasciamo voi lettori con una domanda: sarete disposti a sacrificare il vostro spirito di ricerca di informazioni per lasciare spazio ad una gestione esterna delle medesime?

Fell in Love with a… Facebook User: arriva il dating!

“Ma che carini, dove vi siete conosciuti?” “Su Facebook!” È la risposta che ci siamo sentiti dire più o meno cinque volte su sette da quando i social sono entrati effettivamente a far parte delle nostre vite. Dati alla mano, il Brain Research Institute ha dichiarato che almeno due relazioni su cinque iniziano grazie all’utilizzo di una piattaforma di incontri e, secondo il Pew Research Center, il 5% delle coppie si è innamorato per merito di Internet.

Creato inizialmente dall’allora diciannovenne Mark Zuckerberg con il solo scopo di mettere in contatto tra loro gli studenti di Harvard (indovinate perché), oggi potremmo dire che Facebook in un certo senso ritorna alle origini diventando, pensate un po’, anche una piattaforma di dating. Oltre al classico progetto social, infatti, il team diretto da Zuckerberg sta già sperimentando in alcuni paesi come Colombia, Brasile, Messico, Vietnam e Ecuador la nuova funzione dedita all’incontro con la propria anima gemella.

Attenzione però: Facebook Dating avrà poco da spartire con la cugina Tinder. Come specifica il suo product manager Nathan Sharp “È un posto per trovare l’amore attraverso le cose che ti piacciono, vogliamo che inizino relazioni durature che hanno un significato”. Molto più romantico e molto meno “incontro occasionale” quindi, con alcuni dettagli inclusi che fanno la differenza. Su Facebook Dating, ad esempio, sarà possibile inserire i propri gusti, le proprie passioni e addirittura anche le proprie preferenze in campo romantico-sentimentale. Ogni cosa al suo posto, insomma, per rendere possibile l’incontro con la propria metà di mela come diceva Platone, che di dating aveva già capito tutto molto tempo fa.

In Italia arriverà nel 2020: pronti a dare il via libera a match amorosi online?